Seo in Youtube

SEO in YouTube: 5 segreti di base per fare Video Marketing

Cosa vuol dire fare SEO in Youtube

Sommario

Se fai video e li carichi su YouTube probabilmente sai che differenza fa essere posizionati in alto nei risultati della ricerca organica. La differenza è tra molto traffico sul tuo canale, sui tuoi video e quindi se “vendi” qualcosa, più fatturato o perlomeno più notorietà e il perfetto anonimato, nonostante i contenuti siano top.

Seo Youtube

In questa breve ma completa guida su YouTube SEO ci concentriamo sulle cose concrete da fare per fare capire a YouTube (quindi Google) quanto il tuo video sia pertinente per le ricerche che vengono fatte.

Tieni sempre a mente qual è la logica di Youtube: più tempo la tua audience guarda il tuo video, più occasioni Youtube ha di fare visualizzare pubblicità = più fatturato.

Se i tuoi contenuti sono interessanti e i tuoi utenti “stanno li” a guardarti e magari passano sul video successivo perché sei molto pertinente e comunicativo…allora Youtube penserà

“….ehi, ma questo qui è proprio bravo a fare i video!!! Tutti lo amano e tutti guardano i video dall’inizio alla fine. Sai cosa? Adesso lo porto dalla posizione 12 alla posizione 3…”

e tu sali e questo ti porta altre visualizzazioni … e così via.

Per fare si che questo succeda devi lavorare i tuoi video in questa maniera:

Parole Chiave Youtube

Youtube Keywords

Vale sempre la regola che se nessuno cerca i tuoi argomenti, nessuno è interessato ai tuoi video. Per la regola opposta vale allora che se crei contenuti che interessano e utilizzi keywords con volume di ricerca interessante, allora hai posto la prima pietra per la tua scalata al successo.

Quando diciamo parole chiave di successo non stiamo dicendo di parlare di argomenti fuori dal vostro contesto. Stiamo dicendo che all’interno del vostro argomento, sapere che quel determinato argomento viene cercato in un modo invece che in un altro, fa tutta la differenza del mondo.

Facciamo un esempio? Premesso che trovi un super approfondimento a questo topic nel post Google Keywords | Come scegliere le parole chiave giuste, scopriamo come YouTube Suggest ci aiuta a trovare le migliori parole chiave.

Vai quindi a vedere su Youtube e supponiamo di avere un video su come cucinare la “torta di mele”. Digitalo nella barra e poi spazio: quali sono i suggerimenti?

Seo Youtube Asterisco

Magari metti un [* torta di mele] prima di torta e vedi cosa esce

Seo Youtube Ricerca

Per avere altre informazioni abbina un altro strumento ufficiale e gratuito come Google Trends, così capisci cosa tra le keywords che hai scelto “funziona meglio”.

Seo in Youtube Trends

Come saprai qui ti manca un dato importante, come il volume di traffico e anche la keyword difficulty delle parole chiave che stai analizzando.

Potresti usare strumenti a pagamento come SEMRush o SEOZoom o ancora Ubersuggest nella versione gratis e, come puoi vedere sotto, capire sia il volume di ricerche e la difficoltà a scalare (colonna SD).

Inserisci la frase “torta di mele”.

Seo in Youtube Ubersuggest

Potrebbe essere interessante quindi produrre un contenuto sull’argomento ad esempio

  • “torta di mele soffice” – volume 22.200 / Difficoltà 12
  • “torta di mele senza burro” – volume 22.200 / Difficoltà 12

invece che lanciarsi su qualcosa di più difficile, con più ricerche, ma che è presidiato da tempo da altri Youtuber su una parola come

  • “torta di mele” – volume 246.200 / Difficoltà 44

Crea il Video Youtube

Quando pianifichi un video di Youtube devi sempre pensare inizialmente a 2 cose

  • Durata
  • Primi 10 secondi…e non solo

Durata

A differenza di altre piattaforme come Facebook , Instagram, ecc… in cui spesso vale un discorso di “mordi e fuggi” nel senso che il tempo di attenzione è corto, su Youtube l’utente è normalmente in posizione di ascolto, ovvero sta cercando un contenuto che gli interessa ed è disposto a passare del tempo per ascoltarlo. Youtube è un posto in cui chi cerca come fare una torta di mele soffice, è più propenso a vedere un video che duri ad esempio 10 minuti, a patto che sia interessante e ricco di contenuti validi. Quindi mentre su altri canali l’obiettivo è dire tutto in 60 secondi (meglio se 30) qui è diverso. Il secondo aspetto riguarda quanto abbiamo scritto prima: più tempo l’utente è su Youtube, meno sarà da altre parti, quindi se crei un contenuto valido e interessante e chi ti guarda rimane con te, allora Youtube ti premia e valuta il tuo contenuto come TOP e ti fa salire.

A seconda dei periodi, si dice che i video con posizionamento nei top 3 o top 5 abbiano una durata di almeno 12-15 minuti, quindi la tendenza dovrebbe andare in quella direzione. Non ci sono certezze e dipende anche dall’argomento, ma è certo che su YouTube non vince chi fa un video di 45 secondi.

Primi 10 secondi....e non solo

Quando pianifichi un video è importante in determinati momenti “agganciare” il tuo pubblico dicendo e annunciando qualcosa che non possono perdere. Uno di questi momenti è certamente all’inizio. Mentre nei film la sorpresa o il colpo di scena arriva alla fine, su Youtube arriva all’inizio, nei primi 10-15 secondi e poi ogni volta durante la durata del video in cui su desidera annunciare che poco dopo succederà qualcosa che non possono perdere.

A seconda degli argomenti di cui tratta il tuo video si possono fare tante cose: fai un video su come fare un trick con gli sci? Pronti via fai vedere un salto spettacolare con doppio carpiato con te che dici “Vuoi scoprire come farlo anche tu?”. Se fai un video su come fare una torta di mele soffice, farai vedere una torta morbidissima e una frase che dirà “Scopri i 3 segreti per fare una torta di mele super soffice” e poi inizi. Ogni 2 minuti (ad esempio) rilanci anticipando cosa sta per arrivare, per far passare un messaggio a chi ti guarda un qualcosa del tipo “non te lo puoi perdere”.

Poi usa tecniche base di montaggio video come il jump cuts, per tagliare i vuoti, i momenti di silenzio che fanno abbassare la soglia di attenzione.

Alterna screenshot a riprese classiche, cambia l’inquadratura, insomma rendi dinamico il tuo video col montaggio.

Non essere timido, quando il video sta terminando, chiedi di lasciare commenti, di mettere mi piace, di condividere il video. Se quello che hai fatto piace, lo faranno volentieri.

Ottimizza la SEO Youtube

L’ottimizzazione della SEO si effettua in 4 punti:

  • Titolo
  • Grafica della miniatura
  • Descrizione
  • Tag

Titolo

Cosi come l’H1 è importante nella SEO “tradizionale” anche qui nel titolo è importante inserire la Keyword principale nel titolo, meglio ancora se all’inizio + crea interesse + l’anno per dare a chi guarda un messaggio del tipo “ehi questo video è proprio nuovo, guardami” stando nei 60 caratteri

Quindi se fosse sempre l’esempio della Torta di Mele Soffice, alcuni titoli potrebbe essere…

  • Torta di Mele Soffice | 5 Segreti della nonna [2020]
  • Torta di Mele Soffice | 3 Errori da evitare [2020]

Grafica della miniatura

Se ci pensi, quando guardi l’elenco dei video che Youtube ti restituisce dopo aver inserito una keyword di ricerca, sono le immagini in miniatura. Usa una bella immagine coerente con il tema del tuo video (la Torta di Mele Soffice) e poi inserisci dentro almeno la frase chiave a caratteri cubitali. Ricorda che ormai oltre il 60% del traffico anche dei video viene fatto su smartphone e che una miniatura sul cellulare e veramente piccola = scrivi poco e grosso.

TITOLO + GRAFICA MINIATURA migliorano il CTR del tuo video, quindi la percentuale di chi clicca per vedere / le volte che compari nella ricerca.

Ricorda che più ti cliccano, più Youtube (Google) interpreta “ehi…questo video piace…aspetta che lo posiziono sempre più in alto”. Vale la regola del “mi presento meglio che posso, perché la prima impressione che offro conta e molto”.

Descizione

Qui le prime 2 righe sono più importanti delle altre, per almeno 2 motivi: perché sono quelle che si vedono in fase di anteprima e perché approfondiscono che cosa è contenuto.

Quindi nella descrizione andremo a inserire di nuovo la Keyword principale (torta di mele soffice) e tante altre “frasi/parole” correlate alla parola chiave principale. Inseriamo anche un call to action che inviti l’utente a fare un’azione e crei interesse.

Nel nostro esempio

“Scopri come fare una torta di mele soffice e veloce fatta in casa. Nel video impari a preparare una torta di mele come la faceva la nonna….”

Ma la descrizione non si dovrebbe fermare qui…anzi…

Ricorda che l’obiettivo di Youtube è sempre quello di fare rimanere più tempo possibile gli utenti sul canale. Quindi nella descrizione andremo a completare il testo un pò come se fosse un post, inserendo testo che parli di torte di mele. Ad esempio potresti trascrivere quello che viene detto nel video (o un parte di esso) e scriverlo nella descrizione. Altra cosa importante è aggiungere nel testo link ad altri tuoi video su Youtube che rimandano ad esempio ad altri video simili su torte, dolci o quello che hai già preparato.

Potresti inserire ad esempio il link alla tua pagina Facebook e Instagram….? Cosa abbiamo detto prima…?

“….Youtube premia i creators che tengono il più possibile gli utenti su Youtube….” Se nel testo inserisci un link che porta fuori….NO GOOD per Youtube, corretto?

E’ un po’ come se su Canale 5 dicessero “..ma sapete che questa sera su SKY Cinema c’è una prima visione da non perdere…?” Ma anche no.

Ci sono opinioni controverse anche sull’inserire il proprio sito nella descrizione. E’ vero che nel tuo profilo Youtube “certifica” il tuo sito, ma è anche vero che vale sempre il fatto che se sei in Youtube … rimani in Youtube.

Quindi la descrizione è importantissima nelle prime 2 righe ed è importante nel testo, sia in termini di lunghezza, che di contenuto con keywords ricche di Search Intent, sia in termini di tanti link che rimandino ad altri video del tuo (meglio) canale.

Tag

I tag offrono indicazioni per capire di cosa parla il video. Usa solo tag pertinenti i contenuti del video. Sono sempre le “solite” parole chiave su cui hai lavorato per arrivare fino a qui, quindi parti da quelle più scontate e semplici e aggiungi anche quelle a coda lunga.

Come Ottimizzare i Video su Youtube

Youtube “legge” e traduce da parola a scritto quello tu dici durante il video. Infatti viene creato un file in automatico che su attiva quando l’utente clicca su sottotitoli e se questo non è attivo, Youtube “lo ha in pancia”.

Per aggiungere i sottotitoli accedi al tuo account Youtube e se usi Youtube Studio fai clic su Versione classica di Creator Studio nel menu a sinistra e segui questi passaggi.

Clicca sul video a cui vuoi aggiungere i sottotitoli sul pulsante modifica. Ti trovi questa schermata

Seo in Youtube sottotitoli

Clicca in alto a destra su CC Sottotitoli e poi sul box BLU “Aggiungi nuovi sottotitoli” e poi seleziona “Italiano”. Ti trovi questa schermata davanti.

Seo in Youtube titoli

Clicca su “Crea nuovi sottotitoli” 

Sotto ti trovi con il video e con la traduzione in automatico in italiano fatta da Youtube.

Seo in Youtube title b

Non ti resta che correggere le frasi o parole che non sono state tradotte bene, in maniera manuale guardando tutto il video.

Ricorda di salvare.

Questo ci dice subito che devi dire nel video le parole chiave di cui abbiamo parlato sopra, perché questo conferma a Google che il tuo video parla di un certo argomento.

Quindi dirai all’inizio, tra le prime frasi “torta di mele soffice” e le altre frasi che hai individuato….ad esempio dirai “…ciao mi chiamo XXXX e oggi vedremo come si fa una torta di mele soffice in solo 5 semplici passaggi…” e così via. Se hai individuato altre frasi chiave come “torta di mele della nonna” – “torta di mele sofficissima” – “torta di mele facile e veloce”, allora dille durante il tuo speech esattamente così come le hai scritte.

Schede

Ricordi che dicevamo “fai rimanere il più possibile i tuoi utenti su Youtube?” Le schede Youtube servono a rimandare il tuo utente a

  • Iscriversi al canale
  • Guardare un altro video
  • Guardare un’altra playlist
  • Visitare un sito (il tuo)
Seo in Youtube schede

Schermata Finale

Molto simile alle schede, abbiamo le schermate finali che hanno sempre lo stesso scopo…indovinate quale?

Pubblica il tuo Video

A che ora è meglio pubblicare? La domanda che si fa sempre, anche per i canali social.

La risposta classica è “pubblica quando il tuo pubblico è su Youtube”.

Guarda analytics e scopri se ci sono degli schemi. Probabilmente scopri che in certe fasce orarie ci sono più utenti attivi e li devi pubblicare (magari 30 minuti prima). Se sei all’inizio e non hai dati da analizzare, comincia a pubblicare in diversi orari e giorni della settimana. Usa il buon senso e immagina quando sarebbe meglio. Evita di pubblicare in orari improbabili come alle 23 di sera, magari meglio alle 20.30, oppure alle 13.30 per intercettare chi è in pausa pranzo. Sperimenta e osserva e poi replica cosa funziona.

Pubblicizza i tuoi Video

Ci sono tante occasioni per informare il tuo pubblico

  • Hai una lista di e-mail?
  • I tuoi canali social sono attivi?

Manda una mail alla tua mailing list, crea post accattivanti su Facebook, Instagram, Twitter, LinkedIn.

Hai un sito con un blog? Pubblica un post SEO pensante e inserisci il tuo embed video, intergato nel post.

Conclusioni

SEO in Youtube non è una cosa impossibile da fare. Serve tanto lavoro, costanza e passione. Non basta fare un bel video di 5 minuti e BAM tutto funziona e passiamo al prossimo…

Bisogna pensare allo speech, che duri almeno 10 minuti, 15 meglio, riempirlo di contenuti interessanti, fare un pò di editing, lavorare su titolo, descrizione e a come coinvolgere il tuo pubblico.

Abbiamo detto che non è impossibile, ma questo non vuol dire che sia facile, quindi sperimenta, sbaglia, correggi e riprova. Non riesci le prime volte? Continua.

Se hai domande e curiosità, lascia un commento qui sotto e se hai un progetto SEO o digital marketing da raccontarci e hai bisogno di una consulenza, invia una mail a BardusConsulting usando il form di contatti.

Condividi

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scopri anche

Google Keywords
SEO

Google Keywords | Come scegliere le parole chiave giuste

Hai un sito, un e-commerce o un blog e sei alla ricerca delle keywords importanti per te? Scopri come aumentare il traffico con alcuni segreti SEO. In questo post affrontiamo un aspetto importante della SEO: le parole chiave sono tutte uguali? Come posso sapere quali sono le keywords più ricercate dalla mia audience? Se il

Seo in Youtube
SEO

SEO in YouTube: 5 segreti di base per fare Video Marketing

Cosa vuol dire fare SEO in Youtube Sommario Se fai video e li carichi su YouTube probabilmente sai che differenza fa essere posizionati in alto nei risultati della ricerca organica. La differenza è tra molto traffico sul tuo canale, sui tuoi video e quindi se “vendi” qualcosa, più fatturato o perlomeno più notorietà e il

ultimi articoli

Torna su